Transardinia, in mountain bike sul Gennargentu

Traccia 3 - Dal lago di Gusana alla cima del Bruncuspina.


Visualizza Dal Lago di Gusana alla cima del Bruncuspina in una mappa di dimensioni maggiori

localita' di partenza 

distanza

Km

dislivello

quota massima

tempo

ciclabilita'

grado

 asfalto

sterrato

mulattiera

sentiero  

test

voto

HotelTaloro

  41

1390 mt

1806 mt

4 h

99.5 %

medio

19 km 

  16 km

    3km

   3km

08/08

8/10

 

Un classico itinerario per gli amanti della montagna, delle discese veloci e tecniche, dei panorami selvaggi e dei profumi e silenzi che solo il Gennargentu, può offrire.

Si parte dal parcheggio dell'Hotel Taloro, che può anche essere considerato ottimo punto appoggio per l'acquisto di snack, o per rifocillarsi al termine del giro. Dall'hotel si prende la SS 389 in direzione di Fonni, dai 600 metri della nostra stazione di partenza, incominciamo una lunga e graduale salita lunga oltre 23 chilometri. Il gradevole paesaggio distrae, e la strada non è mai troppo trafficata, tra boschi di roverella, pascoli e tante seriie di tornanti arriviamo a Fonni, il paese più alto della Sardegna. Se non abbiamo fatto già rifornimento questa è una buona occasione.

Percorrendo la strada principale del paese si potranno ammirare gli splendidi murales, alcuni curiosi, come quello di una vecchia affacciata sulla porta di casa, che sembra davvero reale.

All'uscita del paese si prosegue sulla SS389 verso Desulo e gli impianti del BruncuSpina. La salita si fa leggermente più ripida e incomincia a fare più fresco, il clima diventa di alta montagna, specie se ci si aggiunge il maestrale, spessoprotagonista di queste lande.

  

                                           

Raggiunto l'incrocio per Monte Spada, si va a sinistra e si prosegue poi a destra per il Bruncuspina, in corrispondenza del ristorante Su Ninnieri , tempio della cucina barbaricina tradizionale. Ormai siamo a 1300 metri e incominciano a scarseggiare gli alberi, il paesaggio cambia a gariga di montagna, con rocciai di materia scistosa.

E' semplice arrivare sino al bivio con la strada sterrata che mena alla cima, perchè non ci sono più bivi. Presa la sterrata si inizia l'ultima sofferta parte della salita, che tornante dopo tornante porta sino ai 1819 metri di Bruncuspina, seconda vetta del Gennargentu.

Dalla cima il panorama è a 360 gradi, nelle giornate terse si vede il golfo di Cagliari ed i monti della Corsica, occorrre arrivare in cima presto però. Ora il percorso ritorna indietro dalla stessa sterrata sino al bivio con la mulattiera che porta a Genna Erbeghe, Qui il fondo diventa tecnico per i passaggi su rocce e ciottoli smossi di scisto. La mulattiera scorre sul confine di pascolo dei paesi di Desulo e Fonni ed ultimamente per una infelice decisione è stato eretto un reticolato che obbliga a scavalcare, dove ancora non è stata tagliata la rete.  La traccia scorre spettacolare lungo la cresta della montagna, versante di Desulo a sinistra, Fonni a destra, e la mulattiera diventa a volte un sentiero nella gariga. Qui mon è difficile incrociare branchi di mufloni, se si riesce a procedere silenziosi. Verso i 1400 metri I pascoli aperti lasciano il posto ad uno splendido bosco di roverelle, noci e castagni, nella località chiamata Badu Ispanu.

                                          Transardinia Day 4. Singletrack d'alta montagna,versante Sud del Bruncuspina

                                                        Sui sentieri più elevati dell'isola. Le creste del Gennargentu   

La discesa nel bosco è entusiasmante per la vista e per i salti permessi da numerose rampe naturali, ma occorre fare un po' di attenzione per via di qualche cancello a rete poco visibile se si è troppo veloci, attenzione anche a qualche cane pastore fonnese, non rallentate troppo nei pressi degli ovili...

Un ultimo bel tratto di discesa e incrociamo la SS389, che attraversiamo per ritrovare subito la strada sterrata, che prosegue sull'altro lato. Anche qui, troviamo un ovile, in corrispondenza del quale giriamo sulla sterrata a sinistra. La discesa diventa ripida e le mountain bike prendono subito velocità, attenzione al fondo, canaloni profondi si possoono presentare improvvisamente, ci vogliono riflessi pronti.

La splendida discesa fa una pausa quando raggiunge il rio Aratu, in corrispondenza del vecchio mulino abbandonato Mattalè. Qui la traccia segue il fiume con qualche guado e con qualche interessante saliscendi immerso nel bosco fitto. Ancora dei guadi, ormai il percorso si fa pianeggiante e passa affianco ai menhir di Pedras Fittas, qui vale la pena fermarsi a dare un occhiata. 

                                          Transardinia Day 4. Bruncuspina Singletrack a 1800 metri di altezza.

                                           Un singletrack da sogno, proprio sotto la vetta.

Adesso è tutto relax, sulla sterrata dal buon fondo, veloce e con gobbe che permettono qualche salto in velocità. Tra gli alberi si incomincia ad intravedere la sponda del lago di Gusana, o Taloro,  pochi colpi veoci di pedale e siamo al ponte sul Taloro, termine del giro e punto di partenza. 

                                    

Testato Agosto 2010

montevecchiograf

  

Scarica il file gps

Copyright 2013 © Transardinia .net 
transardinia logo