Transardinia, in mountain bike sul Gennargentu

Transardinia Day 5. 

Sessantatre chilometri da Desulo a Seui. 

località di partenza

km

ore

dislivello

salita

dislivello discesa

quota massima

asfalto

sterrato  

mulattiera

single

track

ciclabilità

Desulo

63

10

1967

2168

1100

6

47

2

6

100%

   

  

 

  

Siamo ormai sul versante ogliastrino del Gennargentu e, dopo i tacchi rocciosi di Girgini e Genna ‘e Ragas, il bosco di querce e castagni lascia il posto a un paesaggio arido e desolato. Ma migliaia di anni fa, qui visse la tribù nuragica del villaggio di Orruinas, i cui imponenti resti sono in fase di restauro. Si gode il panorama sul lago del Flumendosa, i bastioni del Montarbu e Perda Liàna. Un sentiero di carbonai scende sino al ponte sul Flumendosa, poi la strada risale a tornanti verso il tacco spettacolare di Perda Liana. Lasciamo l’asfalto per pedalare fluidi lungo le belle sterrate del demanio forestale di Montarbu, attraverso una foresta immensa popolata da mufloni e cinghiali. Per i bikers più accaniti non mancano bellissimi sentieri coperti dal fitto bosco di leccio ed un bel finale di giornata con una discesa su una mulattiera che arriva sino alle porte del paese. Il pensiero, all’arrivo a Seui, è rivolto ai mitici culurgionis, ravioli tipici della zona, che rendono molto più sopportabili le fatiche della lunga giornata.

Ecco la mappa

Leggi il racconto

 

Copyright 2013 © Transardinia .net 
transardinia logo